1.1 Scelta delle Parole Chiave

Scegliere le keywords sembra un’operazione abbastanza semplice, ma non è sempre così. Infatti non dobbiamo ottimizzare un sito web per noi, ma per un pubblico molto più vasto. Non è detto che se io cerco una cosa in rete, la maggior parte delle persone cercherà la stessa cosa facendo la stessa domanda.

Innanzitutto iniziamo col dire che le parole chiave possono essere di diverso tipo: primarie, secondarie e correlate.

Le primarie sono quelle secche, che in una o due parole ci dicono cosa stiamo cercando. Facciamo l’esempio “Corso Parrucchiera”: questa keyword, da intendersi come un’unica parola e non due, è una keyword primaria. Se abbiamo un sito web nel quale trattiamo di corsi professionalizzanti tra cui quello di parrucchiera, allora questa KW farà al caso nostro.

Le parole chiave secondarie invece sono quelle che aggiungo qualcosa in più a quella primaria. Quindi in questo caso potrebbe essere “Corso Parrucchiera Torino” se il pubblico di destinazione migliore è quello del capoluogo piemontese.

Infine le parole correlate sono tutte quelle attinenti con questa ricerca, che ampliano il pubblico di ricerca. Un esempio potrebbe essere “Come diventare parrucchiera” oppure “Corsi professionalizzanti a Torino”.



Fate attenzione a non confondere una primaria o secondaria con una correlata: per non incappare in questo errore, vi basterà utilizzare un programma di keyword research per scoprire quale KW ha un volume di ricerca maggiore. Le primarie e le secondarie hanno un notevole volume rispetto alle altre, mentre le correlate sono più numerose ma hanno meno volume. Le secondarie sono utili per definire meglio il nostro pubblico o per spostare il posizionamento dall’intero Paese IT al locale. Vedremo nel paragrafo 6.5 come si posiziona un sito in una città o regione.

Ecco quali sono i 3 errori più comuni che si commettono quando si cercano le parole chiave:

- cercare di ottimizzare i contenuti per troppe parole chiave;

- non ottimizzare davvero il sito per una parola chiave;

- ottimizzare il sito per parole chiave inutili;

Per risolvere le prime due problematiche ti basterà tenere a mente che ogni pagina del tuo sito web deve essere ottimizzata per una parola chiave diversa, indirizzando il contenuto ad un unico argomento. Inoltre sarebbe opportuno non creare più di una pagina che tratta identicamente dello stesso argomento e utilizzando la stessa KW, questo perchè Google potrebbe posizionare, male, entrambi i contenuti.

E’ preferibile fare un un’unica pagina per argomento e cercare di posizionarla in alto nella SERP!

 

 

Un ottimo modo per capire se non state sbagliando a scegliere le parole chiave è quello di far vedere la pagina ad un vostro amico e di chiedere a lui: “Secondo te questa pagina di cosa parla?”. La sua risposta molto probabilmente sarà la parola chiave da spingere in quel post. Prima di dare per certa la risposta del vostro amico, vi consiglio di cercare la sua risposta su Google e vedere quali sono le ricerche più popolari attinenti. Questo sistema di parole correlate si attiva automaticamente quando stiamo digitando nella barra di ricerca di Google le prime parole: il Search Intent è proprio quell’algoritmo di Big G che ci dà un valido aiuto a trovare le ricerche con la stessa intenzione di ricerca.

Se i risultati sono troppo discordanti, non definiti o la parola è troppo generica da darci annunci di argomenti diversi, allora vuol dire che non siamo davanti ad una parola chiave utile.

 


Occhio alle Parole Chiave “Unicorno”


Il termine Unicorno viene utilizzato spesso dai SEO Master oltreoceano per indicare quelle KW talmente belle da sembrarci un sogno. In effetti queste KW sono da considerarsi più inutili che utili ai nostri fini, perchè non sono altro che risposte uniche a diverse domande. Se torniamo all’esempio di prima, delle KW unicorno potrebbero essere “Corso” o “Corsi”: con queste parole da circa 20.000 ricerca totali al mese, troveremo in SERP sia corsi di laurea, di attività ginniche, professionali e anche qualche definizione della Treccani o Wikipedia. E’ una KW unicorno perchè sebbene faccia 20k di ricerche mensili, non è utile a livello SEO.

Ed ecco che arriva il momento di spiegare il concetto di Keyword Long Tail, a Coda Lunga. Queste parole chiave sono più lunghe, hanno minore volume di ricerca, ma possono portare a traffico più specifico, selezionato e utile al nostro business.

Nei prossimi paragrafi vedremo come si ricercano le parole chiave primarie, secondarie, correlate e Long Tail, e come si riconoscono quelle Unicorno per evitarle.

Sblocca i capitoli Premium adesso per continuare a leggere la sezione Ricerca delle parole chiave

oppure

Passa al capitolo successivo

1.3 Scelta del Dominio

Molto spesso mi chiedono se il nome del dominio di un sito ha una certa influenza sul posizionamento del sito. In questo paragrafo vi spiegherò in che modo esso può incidere e come scegliere il dominio perfetto per il vostro business!

 1.4 Trovare Facilmente le Keyword Migliori

Esistono dei trucchi SEO per trovare le keyword migliori per i nostri progetti. Questa è la vera chiave del successo per generare traffico sul nostro sito!

 1.5 Scegliere i Titoli dei Menù e dei Contenuti

In un sito ben posizionato nulla è lasciato al caso. Le voci di menù, i titoli delle pagine e dei contenuti principali devono essere curati sotto ogni dettaglio.

 1.6 Programmi per le Keywords

Un esperto SEO confronta i risultati delle ricerche e delle analisi da più siti web professionali, a pagamento o gratuiti. Ecco la lista delle risorse migliori per trovare le parole chiave migliori per un progetto.

Articoli Correlati

1.1 Scelta delle Parole Chiave

1.1 Scelta delle Parole Chiave Iscriviti al Corso Gratis SEO su Youtube Scegliere le keywords sembra un’operazione abbastanza semplice, ma non è sempre così. Infatti non dobbiamo ottimizzare un sito web per noi, ma per un pubblico molto più vasto. Non è detto che se io cerco una cosa in rete, la maggior parte delle persone cercherà la stessa cosa facendo la stessa domanda. Innanzitutto iniziamo col dire che le parole chiave possono essere di diverso tipo: primarie, secondarie e correlate. Le primarie...

Continua a Leggere

1.2 Analisi Keywords e Search Intent

1.2 Scelta delle Parole Chiave Iscriviti al Corso Gratis SEO su Youtube Passiamo adesso all’analisi delle keyword attraverso un programma a vostra scelta. In giro ce ne sono diversi e alcuni sono più utili degli altri in alcune circostanze. Io personalmente da quasi un anno utilizzo SeoZoom perchè possiede un database molto ricco di keywords italiane, seppure poche long tails. Le parole con poca ricerca, troppo lunghe o troppo specifiche a volte non vengono inserite nei database di questi programmi online, ma ciò...

Continua a Leggere

SpeedSEO - Impara la SEO

SpeedSEO raccoglie le migliori risorse e strategie SEO del 2019 per migliorare il posizionamento del tuo sito. Il libro, i corsi SEO in italiano e i servizi sono offerti da Gabriele Pantaleo - SEO Specialist

Tutti i Diritti Riservati a PNT Solutions di Gabriele Pantaleo - Partita IVA 11773200016